“Quello che so del mondo, quello che so davvero intendo l’ho imparato con i piedi. Non parlo del fatto puro e semplice che sono i piedi a portare la testa in giro, ma sento proprio che sono i piedi che conoscono per primi le cose, nel mentre che vanno, quando si spostano dentro il mondo, quando sentono, tattilmente, il mondo che si sposta con loro.”

Un noto articolo di Maurizio Maggiani, chiamato “Ho imparato con i piedi” esalta la bellezza del camminare.

 

Ormai sempre più “camminatori” si approcciano a questa attività che garantisce un’ampia gamma di benefici.

 

Occorre ricordare infatti che la camminata è un movimento innato nell’uomo ed è la prima attività che permetta lo sviluppo motorio spontaneo durante i primi anni di vita.

 

Camminando si migliora il tono muscolare, le articolazioni aumentano la propria elasticità, il cuore accresce la propria massa, il sistema respiratorio si potenzia.

 

Camminare apporta beneficio anche al sistema nervoso procurando una sensazione di benessere diffusa, non solo al corpo, ma anche alla testa.

 

In altre parole, camminare fa bene all’umore grazie alle endorfine ed alla serotonina, prodotte maggiormente quando i muscoli si attivano.

 

Unica controindicazione?

 

3Diminuzione delle ore passate davanti al pc ed assuefazione alla natura, all’aria pura, agli spazi aperti!